Socia fondatrice

francesca

Sono, o meglio, faccio l’agronomo. Laureata presso facoltà di Agraria di Viterbo e poi il Master in Agricoltura Etico Sociale, che ha fatto di me un Mediatore dell’agricoltura sociale. Tra i fondatori del Lombrico Sociale.

Come consulente, e questo mi porta a girare un po’ in tutta Italia, collaboro con aziende cooperative sociali, enti di ricerca e agenzie regionali e con il mondo socio-sanitario (ASL, associazioni, servizi sociali) come membro di equipe di lavoro multidisciplinari o come mediatore nella definizione di progetti, nella creazione di reti, di partenariati e progetti che utilizzano l’agricoltura come forma di terapia e di avvio al mondo del lavoro. Lavoro meglio nella progettazione e nell’organizzazione delle aziende agro-sociali, ma mi applico anche al resto, con buoni risultati.

Sono consulente per l’Università della Tuscia per i temi dell’Agricoltura Sociale. Mi occupo di “qualità”, di sostenere e favorire lo sviluppo della qualità, intesa sia come produzioni e servizi ma anche come promozione e nella costruzione di percorsi in grado di far emergere la qualità (o le diverse qualità) di persone e di territori… Le esperienze migliori, credo, siano quelle svolte nella formazione e nella ricerca, forse perché sono attività dove si può fare uso della creatività… Sono un’appassionata delle tante relazioni che il mondo agricolo può generare, di cui a volte provo a fermare delle immagini e a trascriverne pensieri. La terra ci oppone resistenza e forse è per questo che è maestra di vita… Sono una fan dei puntini di sospensione… perché: sebbene caratterialmente fatichi a sostenere le situazioni indefinite, nonostante ciò, credo che concedersi una giusta misura di sospensione sia segno di libertà e di ottimismo…